Colossali: Italo Calvino.

Siamo tanto sicuri che non ci manchi Calvino, oggi? Ecco una citazione preziosa, per chi non vive più in Italia, chi ci vive con difficoltà, chi vorrebbe ritornare, chi vorrebbe andare via. “Oggi come ieri una soverchiante storia di distruzioni accompagna e condiziona la esile storia di ciò che si riesce a costruire. Il Signor…

Auguri

Per la Giornata Mondiale del Libro, festeggiamo con delle splendide pagine di Italo Calvino: “Il libro, i libri”, una conferenza tenuta alla Feria del Libro de Buenos Aires (1984), oggi riproposta in Italo Calvino, Saggi 1945-1958, a cura di M. Barenghi, Milano, Mondadori, 1995, pp. 1846-1859. Ora forse dovrei tenere conto d’una domanda che ci…

Colossali. 4. Guerrazzi (A suo modo)

Fra le alpi medie che Toscana partiscono dal Modanese, superati alquanti meno ardui gioghi, ti occorre il colle di Prunetta. Quasi penisola, questo monte s’inoltra da mezzogiorno a tramontana e nasconde la valle ov’ebbe sepoltura la Repubblica Fiorentina. Il tuo petto affannato, pervenuto una volta alla sua radice, non domanda riposo; se i tuoi occhi…

Il 9º Immortale: Il palosanto e l’antiaging.

Maledizione, ancora Scapagnini. Rivelazioni inquietanti. Tratta dal Corsera – Pubblicata il 04/11/2004 – Intervista di Claudi0 Sabelli Fioretti. «Se un soggetto muore a settant’anni, dopo due di malattia cronica cardiaca o un tumore, pesa sullo Stato sette volte più di un centenario che muore in buona salute dopo quarant’anni di pensione. Due anni di malattia costano…

Colossali. 3 (per chi non ci avesse pensato, al giudizio universale)

“Pensai allora se alla fine di tutto non fosse davvero necessario o inevitabile un giudizio universale, un giorno in cui in una grande pianura scavata dalle macchine, gli automi-autori non venissero a chiederci i conti, ad emettere un giudizio, a chiedere ragione di come le nostre macchine fossero state usate e perdute, esse che invece…

Colossali. 2 (per chi non ci fosse ancora arrivato, sulla Luna)

“Sappiate, dunque, che dopo di aver gustato entrambi della mela vietata, Adamo, temendo che Iddio, irritato dalla sua presenza, aggravasse la pena, considerò la Luna, e cioè la vostra Terra, come il solo rifugio in cui poter trovare riparo dalla persecuzione del suo creatore. Ora, in quel tempo, l’immaginazione dell’uomo era sí forte, per non…